Italia (Italy), Consulenti finanziari

Cambia sitochevron_right

Nuove prospettive

Valutare l'impatto della resilienza climatica

Oyin Oduya, CFA, Impact Measurement & Management Practice Leader
Louisa Boltz, Impact Measurement & Management Practice Associate
2024-02-29
Archiviato info
I contenuti archiviati rimangono disponibili sul sito. Si invita a considerare la data di pubblicazione mentre si leggono i contenuti precendenti.
Wellington_GlobalCampaign_UP_Day_4_4188_Oyin_R2

Le opinioni espresse sono quelle degli autori alla data di redazione. I singoli team di gestione possono esprimere opinioni differenti e prendere decisioni di investimento diverse. Il valore finale dell’investimento potrebbe essere superiore o inferiore a quello dell’investimento iniziale. Eventuali dati di terzi utilizzati nel presente documento sono considerati affidabili, tuttavia non è possibile garantirne l’accuratezza. Destinato esclusivamente a investitori professionali.

Punti chiave

  • Le società i cui prodotti e servizi contribuiscono al miglioramento della resilienza climatica rappresentano una fonte importante e sempre maggiore di opportunità per gli investimenti a impatto.
  • La misurazione dell'impatto (una componente cruciale del processo di investimento per i fondi a impatto) è spesso complessa a causa della mancanza di disponibilità di dati. La valutazione dell'impatto della resilienza climatica si scontra con notevoli ostacoli dovuti alla natura specifica del contesto, che rende più complessa la determinazione dei criteri e dei dati adeguati. Un insieme di dati qualitativi e quantit ativi può contribuire a offrire una valutazione olistica dell'impatto.

I benefici sempre più evidenti dell'investimento a impatto in resilienza climatica

Oltre a investire in soluzioni che contribuiscono a mitigare il cambiamento climatico (riducendo o evitando le emissioni di gas serra), notiamo la grande importanza di investimenti a impatto in soluzioni volte a rafforzare la resilienza rispetto alle crescenti incertezza e volatilità climatiche. Le attività di ricerca che portiamo avanti in collaborazione con il Woodwell Climate Research Center, uno dei maggiori istituti indipendenti di ricerca sul clima al mondo, mettono in luce l'urgenza di misure di adattamento al cambiamento climatico, data la crescita della frequenza e dell'intensità di fenomeni atmosferici avversi. Gli investimenti a impatto possono contribuire a veicolare il capitale necessario verso le comunità e le regioni più esposte e a conseguire potenzialmente un impatto positivo e rendimenti finanziari interessanti, derivanti dal crescente universo di opportunità di investimento nella resilienza climatica.

La misurazione dell'impatto costituisce un elemento cruciale del processo di investimento per i fondi a impatto. Punta all'utilizzo di dati qualitativi e quantitativi per verificare se un portafoglio e i suoi investimenti sottostanti stanno avendo l'effetto netto positivo previsto sulle persone e/o sul pianeta. Tuttavia, la misurazione dell'impatto delle soluzioni di resilienza climatica rimane una vera e propria sfida per noi e per l'intero settore più in generale. Di seguito condividiamo le nostre ultime prospettive su come affrontare questa sfida, utilizzando come punto di riferimento la misurazione più consolidata della mitigazione del clima. Sulla base delle nostre osservazioni, delineiamo gli approcci che riteniamo possano aiutare gli investitori ad affrontare alcune delle difficoltà concettuali e metodologiche insite nella misurazione dell'impatto in questo settore critico. 

Le sfide nella misurazione dell'impatto per le soluzioni di resilienza climatica

Delineare i vantaggi dell'investimento a impatto per una soluzione di resilienza e misurare, monitorare e verificare i risultati significa superare numerose difficoltà. La figura 1 elenca gli ostacoli e le differenze chiave con la realtà più familiare della mitigazione del cambiamento climatico. Tra i punti più salienti figurano:

  • I dati sono perlopiù qualitativi e specifici per ogni situazione  Non esiste un modo universalmente accettato per costruire e misurare l'impatto di una maggiore resilienza climatica, a differenza della mitigazione del clima, dove gli investitori possono fare affidamento su misure quantitative universalmente applicabili. Non abbiamo un parametro quantitativo come quello dei "gas serra emessi o evitati" con cui lavorare. Piuttosto, dobbiamo confrontarci con la complessa interazione di fattori climatici e sociali in un determinato luogo.
  • I dati sono incerti e dipendono da svariate ipotesi  Considerare gli effetti dei cambiamenti climatici a livello locale e regionale e l'arco temporale nel quale si sviluppano i cambiamenti climatici costituisce una parte complessa ma necessaria della misurazione dei benefici della resilienza. Uno dei principali risultati dell'aumento della resilienza climatica è la protezione aggiuntiva offerta alle persone o ai beni in caso di shock legati al clima, come un'alluvione o una siccità, attraverso prodotti/servizi come le difese contro le alluvioni o le tecnologie per il risparmio idrico. L'impatto sottostante in questo caso è il beneficio derivante dal danno o dalla perdita evitati rispetto a uno scenario controfattuale non verificatosi; questo è estremamente difficile da misurare in modo accurato e coerente, poiché spesso richiede l'uso di diverse ipotesi. Inoltre, i risultati possono dover essere misurati rispetto a un punto di riferimento variabile, poiché, ad esempio, il livello di difese aggiuntive necessarie perché un determinato luogo sia resiliente può aumentare nel tempo.
  • Unicamente misurazioni indirette  A differenza della mitigazione, non esistono modi ovvi per misurare l'impatto diretto dei danni evitati grazie all'aumento della resilienza climatica. Il risultato finale è difficile da stabilire, dato il rischio continuo del cambiamento climatico e la gamma di fattori che lo determinano. Pertanto, la resilienza viene spesso valutata attraverso concetti come la vulnerabilità al rischio o attraverso altri criteri come la capacità di adattamento, ovvero la capacità di un sistema di far fronte alle potenziali conseguenze del cambiamento climatico.
assessing-the-impact-of-climate-resilience-fig1_it

Considerazioni importanti e un potenziale quadro di riferimento  

Tenuto conto di queste difficoltà, quali sono gli elementi chiave da prendere in considerazione per gli investitori nel misurare l'impatto delle soluzioni di resilienza climatica?

Comprendere il contesto

Gli investitori devono creare un quadro dettagliato dell'impatto previsto del cambiamento climatico e delle vulnerabilità locali. Le domande guida che possono contribuire al raggiungimento di questi obiettivi includono le seguenti:

  • siamo in grado di ottenere i dati e le informazioni qualitative rilevanti per i rischi climatici e le vulnerabilità associati?
  • Quali sono i principali fattori che determinano i cambiamenti climatici e non climatici? Comprendiamo come sono connessi e come influiscono sulla nostra valutazione?
  • La soluzione proposta è adeguata al contesto? Riusciamo a individuare fasce di popolazione, regioni o settori particolarmente a rischio?

Definire chiaramente come la soluzione determinerà maggiore resilienza ai cambiamenti climatici

Gli investitori devono spiegare chiaramente come il prodotto o il servizio offerto dalla società contribuirà a ridurre la vulnerabilità/rafforzare la resilienza e delineare le ipotesi sottostanti relative alle modalità del cambiamento. Tra gli esempi, evidenziamo la valutazione di:

  • accessibilità economica di un prodotto o servizio proposto, soprattutto se si considera che gli effetti del cambiamento climatico colpiscono in modo sproporzionato le comunità più povere;
  • potenziali ostacoli tecnologici all'adozione del prodotto o servizio (ostacoli quali processi o infrastrutture preesistenti);
  • la riluttanza a cambiare lo status quo, se la soluzione richiede un cambiamento comportamentale da parte del consumatore finale.

È inoltre indispensabile rivedere regolarmente queste ipotesi e presupposti per tenere conto delle proiezioni climatiche incerte e dei cambiamenti socioeconomici.

Utilizzare indicatori legati ai risultati come criteri

Gli indicatori scelti per misurare l'impatto dovrebbero dimostrare in modo plausibile il contributo della soluzione alla resilienza climatica, tenendo conto del contesto di riferimento. È essenziale sfruttare al meglio i dati disponibili, anche se non in grado di cogliere l'intero contesto.

Contesto: L'aumento della frequenza di eventi meteorologici estremi sta portando a un rischio più elevato di interruzioni di corrente e a una maggiore necessità di alimentazione di riserva nelle abitazioni. Ad esempio, circa l'83% delle interruzioni di corrente più gravi registrate negli Stati Uniti sono state collegate a eventi meteorologici. 1Se si considerano le soluzioni che aumentano la resilienza delle famiglie alle interruzioni di corrente, come l'energia di riserva, flessibile o rinnovabile, il beneficio finale della resilienza climatica riguarda la diminuzione della vulnerabilità alle interruzioni di corrente. Si tratta di una misura non esaustiva, difficilmente esprimibile in una cifra, in quanto dipende da fattori difficilmente prevedibili, come il probabile numero di eventi meteorologici o il comportamento futuro delle persone. L'utilizzo di una semplice metrica legata ai risultati, come il numero di unità vendute o il numero di famiglie servite, supportata da una ricerca dettagliata che colleghi questi criteri a una migliore resilienza climatica, è una soluzione imperfetta ma pratica. 

Interagire con le società per migliorare la divulgazione

Non tutte le imprese pubblicano i dati necessari per dimostrare l'impatto che i loro prodotti o servizi hanno sulla resilienza climatica. Un dialogo diretto con i team manageriali, di sostenibilità o con il team di relazioni con gli investitori per sottolineare l'importanza di tale trasparenza è fondamentale.

Contesto: Molte società sono più abituate a condividere dati ambientali sulle proprie operazioni, sui propri prodotti e servizi con il consumatore finale. Impegnarsi attivamente con le imprese per evidenziare l'importanza dei criteri di resilienza climatica (o delle necessarie proxy per calcolarle) può aiutare a incoraggiare una divulgazione più dettagliata in futuro.

Osservare un'ampia gamma di dati

Le soluzioni che aumentano la resilienza climatica sono interdipendenti da vari fattori ambientali e socioeconomici, difficilmente monitorabili. Il successo non è garantito se attuato in modo isolato. Da qui l'importanza di esaminare anche un'ampia gamma di dati che, pur non essendo attribuibili al progetto in sé, possono comunque influire sul suo successo. 

Contesto: Quando si esamina una soluzione che mira ad aumentare la resa di una determinata coltura rendendo il processo di coltivazione più resistente alle condizioni climatiche estreme, si considerano anche i fattori che influenzano l'intera catena di approvvigionamento alimentare nella regione in questione come un'ulteriore lente. Possiamo utilizzare questi dati per valutare l'importanza di questa particolare soluzione in un contesto regionale più ampio. 

Conclusioni

Complessivamente, riteniamo che queste linee guida siano utili per gli investitori che vogliono misurare l'impatto degli investimenti nella resilienza climatica. A nostro avviso, le sfide metodologiche intrinseche e gli obiettivi complessi della misurazione della resilienza richiedono che qualsiasi approccio sia sufficientemente flessibile da prendere in considerazione una serie di dati spesso imperfetti e limitati.  

Le difficoltà di misurazione dell'impatto della resilienza climatica non dovrebbero, a nostro avviso, limitare gli investimenti in questo settore. In occasione della COP27 del 2022, il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha invocato l'urgenza di misure immediate, sottolineando che i finanziamenti disponibili per sostenere la resilienza climatica sono esigui rispetto al fabbisogno annuale stimato in 340 miliardi di dollari statunitensi nei soli Paesi in via di sviluppo. Come parte di un ecosistema globale comprendente autorità politiche, società e singoli individui, i gestori di strategie a impatto possono generare rendimenti interessanti, svolgendo al contempo un ruolo importante nel colmare questa lacuna di finanziamento nella resilienza climatica.
 

1https://www.climatecentral.org/climate-matters/surging-weather-related-power-outages

Altre fonti: UDP_Perspectives-Adaptation-Metrics-WEB.pdf (iclei.org) | GIZ-2013_Adaptation_made_to_measure_second_edition.pdf (adaptationcommunity.net) | Adaptation Monitoring and Assessment Tool (AMAT) | CAKE: Climate Adaptation Knowledge Exchange (cakex.org).

Il nostro approccio agli investimenti sostenibili

ESPERTI

Boltz_Louisa_9283_u648
Impact Measurement & Management Practice Associate

Nuove prospettive in primo piano

Mostra di Approfondimenti
Wellington_GlobalCampaign_UP_Day_2_1309_Yolanda_R2
Archiviato info
I contenuti archiviati rimangono disponibili sul sito. Si invita a considerare la data di pubblicazione mentre si leggono i contenuti precendenti.

Il valore di apprezzare i propri dipendenti

Le società in grado di adeguarsi e di far fronte alle sfide presenti sul mercato del lavoro sono meglio posizionate per il futuro, affermano i due gestori azionari Yolanda Courtines e Mark Mandel.

Continua a leggere
event
Article
2024-03-31
Archiviato info
I contenuti archiviati rimangono disponibili sul sito. Si invita a considerare la data di pubblicazione mentre si leggono i contenuti precendenti.
globalcampaign_natasha
Archiviato info
I contenuti archiviati rimangono disponibili sul sito. Si invita a considerare la data di pubblicazione mentre si leggono i contenuti precendenti.

Il punto di vista dell'investitore: tre decisioni per l'azionario emergente

In che modo accedere alle migliori opportunità di investimento date le prospettive più rosee sul fronte dell'azionario emergente? Natasha Brook-Walters, co-responsabile di iStrat, condivide tre decisioni chiave per gli investitori.

Continua a leggere
event
Article
2024-03-31
Archiviato info
I contenuti archiviati rimangono disponibili sul sito. Si invita a considerare la data di pubblicazione mentre si leggono i contenuti precendenti.

Approfondimenti correlati