Deere

Beni strumentali, innovazione tecnologica per la riduzione dell’impatto ambientale.

1134458289

Stewardship

Riteniamo che sia definita da cinque elementi, che insieme aiutano le società a mantenere un vantaggio di lungo termine:

  • management di qualità;
  • consiglio di amministrazione qualificato;
  • solida allocazione del capitale;
  • mentalità lungimirante;
  • considerazione di tutti gli stakeholder.

Primo acquisto

Dal lancio del Fondo, gennaio 2019.

Di che società si tratta?

Con sede negli USA, la società si occupa della produzione e distribuzione di attrezzature utilizzate in agricoltura, edilizia, silvicoltura e cura dei tappeti erbosi.

Perché è presente nel portafoglio?

Riteniamo che Deere1 sia un’azienda di alta qualità, con un notevole vantaggio competitivo, ascrivibile a una rete capillare di distribuzione globale, alla capacità di innovare in modo costante e a un marchio forte considerato dai clienti leader di mercato. Storicamente la società ha ottenuto rendimenti sul capitale (ROE) elevati e stabili e riteniamo che i suoi investimenti per migliorare la differenziazione delle tecnologie agricole possano contribuire a mantenere alta la redditività aziendale anche in futuro. Riteniamo che Deere sia estremamente attenta ad allocare il capitale nel tempo, riuscendo a calibrare in modo accurato non solo la remunerazione degli azionisti, tramite un mix di dividendi e riacquisto di azioni, ma anche la promozione sia della crescita organica sia di quella inorganica, con operazioni strategiche di M&A.

Vantaggio competitivo: stewardship

A nostro avviso, Deere ha un management di elevata qualità. John May fa parte del senior management di Deere dal 2012, è CEO dal novembre 2019 e Presidente da maggio 2020. Sotto la sua guida, Deere ha riorganizzato e decentrato le operazioni per orientarsi alle soluzioni piuttosto che ai prodotti, concentrandosi maggiormente su ciò che è importante per i clienti. Deere ha reinvestito il capitale in maniera oculata, investendo in innovazioni che riducono l’impatto ambientale dei macchinari aziendali, a vantaggio dei clienti finali, sviluppando macchine a minor consumo di carburante e una tecnologia di irrorazione più mirata e precisa. Inoltre, l'azienda ricorre maggiormente ai software e all’intelligenza artificiale per migliorare la resa agricola e minimizzare l’uso di pesticidi e fertilizzanti. Inoltre, gli obiettivi “Leap Ambitions” di Deere per il 2026 e il 2030, incentrati sui risultati finanziari e sostenibili, ne confermano la mentalità a lungo termine.

Punti salienti per Deere

  • Un’azienda interessante con un ampio riconoscimento del marchio e un vantaggio tecnologico che contribuisce a tutelarne la competitività.
  • Deere è passata dai macchinari tradizionali al sistema “macchinario-software”, dimostrando l’adattabilità dell’azienda e la sua attenzione alla crescita a lungo termine.
  • Deere è un’azienda di ottima qualità che investe in tecnologia per promuovere risultati ambientali positivi, generando al contempo vantaggi finanziari per sé e per i suoi clienti.